Progetto singolo

100,00%

Brillanza in 3D

07/07/2015
Costo del progetto: € 200.000,00 | Donazioni ricevute: € 200.000,00

L'obiettivo del progetto è donare alle sale operatorie del Presidio CTO di Torino un fluoroscopio di ultima generazione, che permetta la visualizzazione in tre dimensioni delle immagini intraoperatorie, con enormi vantaggi – fra cui la diminuzione della quantità di radiazioni - per il paziente e per il chirurgo.


L'oncologia ortopedica è una specializzazione che richiede una grande precisione chirurgica che, interfacciando i dati di imaging preoperatori con quelli intraoperatori, permetta di ridurre al minimo la demolizione delle strutture ossee invase dal tumore.

Un rispetto delle strutture nobili e un approccio di minima invasività consentono un recupero funzionale più rapido e una qualità di vita migliore dei pazienti oncologici. In particolare le osteotomie geometriche che si basano su una visione tridimensionale della lesione e dell’osso circostante hanno cambiato drasticamente i risultati nel trattamento delle patologie ossee primitive maligne a basso grado di malignità e delle lesioni benigne aggressive dell’osso.

Questi trattamenti permettono di preservare le articolazioni e allo stesso tempo di modellare l’osso di banca per i trapianti dei segmenti ossei che devono essere asportati per eradicare la malattia.

Gli interventi più complessi, sul bacino e sulla colonna, allo stesso modo necessitano un confronto tra le immagini ottenute con i sistemi di imaging preoperatori (TC ed RMN) e i sistemi di imaging intraoperatori. Attualmente presso la Divisione di Ortopedia Oncologica Ricostruttiva Presidio CTO sono disponibili la fluoroscopia, che permette di valutare a video le immagini radioscopiche durante gli interventi chirurgici, e un sistema di “navigazione” fluoroscopico, che viene usato prevalentemente nella chirurgia vertebrale e non adattabile allo scheletro appendicolare.

Più recentemente, grazie alle evoluzioni tecniche legate alla gestione dei dati, è nata una nuova generazione di fluoroscopi che permettono la visualizzazione in tre dimensioni le immagini intraoperatorie con una semplicità di utilizzo simile a quella dei vecchi fluoroscopi e con una riduzione della quantità di radiazioni ionizzanti necessarie. Questi apparecchi consentono sia una migliore visione delle strutture, dei trapianti, delle protesi e dei mezzi di sintesi in uso, sia una riduzione delle quantità di radiazioni utilizzate con un vantaggio per il paziente e per l’operatore.

L'aumento della precisione, della risoluzione e la riduzione dei tempi chirurgici che questi strumenti di nuova generazione permettono, comporta vantaggi rilevanti per i pazienti specie nell’oncologia ortopedica, dove ogni caso è diverso dal precedente e richiede un approccio diverso, paziente per paziente.

Responsabili del progetto
Dr. Raimondo Piana, Divisione di Ortopedia Oncologica Ricostruttiva Presidio CTO

Apparecchiature e costi
Il costo del modello più innovativo e completo di apparecchiatura (Arco a C mod Ziehm Vision FD Vario 3D) è di circa € 200.000.